Le note del "monello" dell'opera per eccellenza, Gioachino Rossini, caratterizzano il terzo appuntamento della rassegna di musica e film al Teatro Dal Verme - Teatro Dal Verme

Le note del “monello” dell’opera per eccellenza, Gioachino Rossini, caratterizzano il terzo appuntamento della rassegna di musica e film al Teatro Dal Verme

Per il ciclo in collaborazione con Cineteca di Milano sullo schermo scorreranno i disegni animati di Emanuele Luzzati e Giulio Gianini, pensati per celebri pagine operistiche del Cigno di Pesaro. Sul podio dei Pomeriggi Musicali Alessandro Cadario

La magia del cinema con la musica dal vivo eseguita dei Pomeriggi Musicali, torna al Teatro Dal Verme domenica 16 aprile (ore 16) per il terzo appuntamento della rassegna I monelli dedicata ai grandi poeti della comicità, organizzata in collaborazione con Cineteca di Milano.

Dopo i primi due film di Chaplin e Buster Keaton, la rassegna prosegue con il terzo appuntamento (16 aprile) dal titolo Trilogia rossiniana: tre film di animazione creati da Emanuele Luzzati e Giulio Gianini su musiche di Gioachino Rossini dirette da Alessandro Cadario, direttore ospite principale dell’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano. In particolare saranno proiettati La Gazza ladra (1964) che ebbe la nomination all’Oscar e ottenne Nastro d’Argento; L’Italiana in Algeri (1968) e Pulcinella (1973) con la celebre “Tarantella” e l’Ouverture da Il Turco in Italia (anche questo disegno animato fu candidato agli Oscar e vinse il Nastro d’Argento). In più un quarto lavoro della celebre coppia di artisti – due poeti che hanno realizzato questi lavori geniali con la “semplice” tecnica del découpage – Pulcinella e il Pesce Magico (dai fratelli Grimm), nato nel 1981, prima puntata di un’antologia di favole commissionata dalla Televisione Svizzera Italiana.

In sala, prima delle proiezioni, ci sarà una presentazione con la partecipazione di Carla Rezza, moglie di Giulio Gianini.

Prossimi due appuntamenti della rassegna I monelli, domenica 7, saranno proposti due film con Stanlio e Ollio, The music box (La scala musicale), vincitore del Premio Oscar nel 1932 e Liberty (Libertà), sul podio sempre Cadario. Quindi il 28 maggio con il giovane Alberto Maniaci sul podio, Sherlock Jr(La palla nº 13) di e con Buster Keaton che il «Time» considera tra i cento film migliori di sempre e che racconta il sogni di un proiezionista di diventare detective proprio come il celebre Sherlock Holmes.