Le date

Sala Grande
giovedì 05 luglio 2012
Ore: 21:00

Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia e Teatro

Ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi

XIII edizione

 

L’imperfezione dei mimi

Il Cast

Proiezione:

The dark side of Mongolia

di Theo Volpatti

Prologo:

Laura Morante – Lettura da I mimi di V.S. Naipaul

Letture:

V.S. Naipaul  Premio Nobel Letteratura 2001

Concerto:

Alice

Introduce:

Antonio Gnoli

Note di sala

Antonio Gnoli introduce alla serata che vede in apertura la performance di Laura Morante, reduce dalla sua prima prova da regista con il film Ciliegine. La Morante legge alcune pagine tratte de I mimi, l’ultimo libro di Sir Vida Naipaul, Premio Nobel per la Letteratura nel 2001, edito in Italia da Adelphi. Dopo l’esibizione dell’attrice, Naipaul terrà la sua lectio dedicata al tema di quest’anno: l’imperfezione.
A chiudere il sesto appuntamento, il concerto tanto atteso di Alice, artista che ritorna a La Milanesiana. Alice, oltre al suo repertorio, canterà alcune poesie di Pier Paolo Pasolini musicate da Mino Di Martino, e due brani in anteprima. Ad accompagnarla ci saranno Marco Guarnerio (chitarre) e Alberto Tafuri (pianoforte-tastiera-chitarra).

La serata sarà caratterizzata da un contributo cinematografico di Theo Volpatti.

ANTONIO GNOLI
Scrive per il giornale la Repubblica. Ha curato con Franco Volpi I prossimi titani. Conversazioni con Ernst Jünger. Ha pubblicato un libro – intervista con Bruce Chatwin, “La nostalgia dello spazio”. Sempre con Franco Volpi ha curato la pubblicazione di uno dei classici della letteratura olandese, Blocchi di Ferdinand Bordewijk e, nel 2003, il volume Il dio degli acidi. Conversazione con Albert Hofmann. Ha curato la pubblicazione di Il silenzio della tirannide di Alexandre Kojève (2004), Una mattina in libreria di Carl Jacob Burkhardt (2005), La luce dell’ateo di Gianfranco Ferroni (2009). Assieme a Franco Volpi ha scritto L’ultimo sciamano. Conversazioni su Heidegger, uscito nel 2006, e nello stesso anno ha curato il volume Sanguineti’s song. Ha curato anche La selvaggia chiarezza, scritti su Heidegger di Franco Volpi e introdotto il romanzo di Dos Passos 42° parallelo.

LAURA MORANTE
Una carriera ineccepibile quella di Laura Morante, iniziata da giovanissima sotto il segno della cultura di primo piano – in teatro con Carmelo Bene, al cinema con Giuseppe e Bernardo Bertolucci, Nanni Moretti, Gianni Amelio – e poi proseguita in Italia e all’estero con autori internazionali di grande prestigio quali Monteiro, Resnais, e tanti altri. Fra i film di cui è stata protagonista: Bianca e La stanza del figlio di Nanni Moretti, Colpire al cuore di Gianni Amelio, Un viaggio chiamato amore di Michele Placido, Ferie d’agosto di Paolo Virzì, Ricordati di me di Gabriele Muccino, L’amore è eterno finché dura di Carlo Verdone, Il figlio più piccolo di Pupi Avati, La bellezza del somaro di Sergio Castellitto. Nel 2012 ha realizzato il suo primo film come regista, Ciliegine.

S. V. NAIPAUL
V.S. Naipaul è nato a Trinidad nel 1932. Si è trasferito in Inghilterra con una borsa di studio nel 1950. Dopo quattro anni trascorsi presso l’Università di Oxford, ha iniziato a scrivere, e da allora non ha mai intrapreso altra professione. Ha pubblicato più di venti libri di fiction e non-fiction, tra cui La metà di una vita, Una casa per Mr Biswas, Alla curva del fiume, e più recentemente La maschera dell’Africa, e la raccolta di lettere, Letters between a father and son. È stato nominato Cavaliere nel 1989, nel 1993 è stato insignito del David Cohen British Literature Prize, e nel 2001 gli è stato conferito il Premio Nobel per la letteratura. Ha ricevuto dottorati ad honorem dall’Università di Cambridge e dalla Columbia University di New York, e lauree ad honorem dalle Università di Cambridge, Londra e Oxford. Vive nello Wiltshire, in Inghilterra.

ALICE
Carla Bissi in arte Alice vince il Festival di Voci Nuove di Castrocaro Terme nel 1971, l’anno successivo partecipa al Festival di Sanremo e vince la Gondola D’Argento a Venezia. Nel 1980 pubblica Capo Nord, suo esordio come cantautrice, e vince il Festivalbar con Il vento caldo dell’estate. Nel 1981 vince il festival di Sanremo con Per Elisa. Il 1984 la vede duettare con Waggershausen in Zu nah am Feuer e con Franco Battiato in I treni di Tozeur. Nel 1985 vince il Premio Tenco come miglior interprete femminile con Gioielli rubati. Nel 1986 pubblica Park hotel; l’anno successivo l’album Elisir vince, in Germania, il premio della critica tedesca Goldenen Europa, e, solo in Giappone, esce Kumasukara. Seguono l’album Melodie passeggere, in cui canta Satie, Fauré e Ravel, Il
sole nella pioggia (1989), Mezzogiorno sulle Alpi (1992), Charade (1995), Exit contenente il singolo Open your eyes con Skye dei Morcheeba (1998), God is my DJ (1999). Nel 2000 partecipa al festival di Sanremo con Il giorno dell’Indipendenza contenuto nell’album Personal Juke box. Nel 2003 è la volta di Viaggio in Italia. Nel 2009 esce Lungo la strada primo cd live, registrato a Milano nella Basilica di S. Marco. Nel 2012 è prevista la pubblicazione del nuovo cd di inediti.

THEO VOLPATTI
È nato fra le montagne della Valtellina in Italia. Attualmente vive e lavora a Brooklyn. I suoi soggetti variano dalla fotografia artistica a quella documentaristica, ed è apparso in una vasta serie di riviste e di mostre nazionali e internazionali. Dal 1994 lavora come fotografo.

Biglietteria

Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili