Volgar’Eloquio - Teatro Dal Verme

Le date

Sala Piccola
sabato 07 marzo 2009
Ore: 17:30

Note

Ingresso libero previa prenotazione obbligatoria e fino ad esaurimento dei posti disponibili
Prenotazione sul sito internet www.piccoloteatro.org. E’ possibile prenotare i biglietti a partire da sabato 14 febbraio.

Note di sala

Convegno: Cosa ce ne facciamo del dialetto?

La ripresa di interesse verso i dialetti e le culture dialettali negli ultimi decenni ha riacceso il dibattito sul significato e sul futuro di questa lingua.
Perché nella società della globalizzazione dominata dall’inglese si è tornati a guardare agli antichi idiomi locali? Quali bisogni si manifestano nel recupero di parole e suoni che parevano irrevocabilmente consegnati al passato? E ancora: si può arrestare il processo di smantellamento dei dialetti? Ha senso riproporne lo studio a scuola?
A queste e ad altre domande risponderanno i partecipanti alla tavola rotonda, che partendo dalla prospettiva delle lingue popolari affronterà alcuni dei temi cruciali della nostra società: la differenza e l’identità, la resistenza all’omologazione, la cultura e le radici, l’espressività e la tradizione.

A conclusione del convegno alle ore 19.30
Bibbiù
di e con Achille Platto

All’insegna della memoria popolare, Bibbiù è la re-invenzione in dialetto bresciano dei passi più noti dell’Antico e Nuovo Testamento, riletti in chiave poetica e calati in un contesto legato al mondo contadino, osservato mentre si confronta con le trasformazioni sociali. In questa ambientazione rurale si muovono le vicende bibliche, spesso misteriose e inspiegabili alla mente semplice e concreta del contadino, e quindi soggette ad assumere di volta in volta connotazioni diverse, ora ironiche, ora comico-grottesche, ora anche tragiche come nel gran quadro finale della Passiù. Scritto nel 1978 da Achille Platto, Bibbiù è stato messo in scena per anni e con successo continua a vivere sulle scene grazie all’interpretazione del suo stesso autore.