Direttore: Stefano Montanari, Clarinetto: Marco Giani

Direttore: Stefano Montanari, Clarinetto: Marco Giani

Secondo concerto per Stefano Montanari che torna il 30 marzo e l’1 aprile per un programma dedicato al classicismo di Rossini (Introduzione, tema e variazioni per clarinetto con solista il primo clarinetto dell’Orchestra Marco Giani) e alle Sinfonie n. 1 di Boccherini e Beethoven. Programma Gioachino Rossini Introduzione, tema e variazioni per clarinetto e orchestra

Direttore: James Feddeck, Pianoforte: Julian Trevelyan

Direttore: James Feddeck, Pianoforte: Julian Trevelyan

La 78a Stagione 2022/2023 inaugura il 13 e 15 ottobre con il direttore principale James Feddeck impegnato in un programma con le Variazioni su un tema di Paganini di Witold Lutosławski affidate al giovane pianista Julian Trevelyan, quindi Boléro di Maurice Ravel e Quadri di un’esposizione di Modest Musorgskij. Programma Witold Lutosławski Variazioni su un

Direttore: George Pehlivanian, Violino: Andrea Obiso

Direttore: George Pehlivanian, Violino: Andrea Obiso

Ancora un virtuoso dell’archetto, Andrea Obiso (giovanissimo primo violino dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia) impregnato il 13 e il 15 aprile nel Concerto di Sibelius e George Pehlivanian sul podio anche per la Sinfonia n. 5 di Beethoven. Programma Jan Sibelius Concerto per violino e orchestra Ludwig van Beethoven Sinfonia n. 5

Direttore: James Feddeck, Violoncello: Andrea Favalessa

Direttore: James Feddeck, Violoncello: Andrea Favalessa

La 78a Stagione di concerti prosegue dopo il debutto con un ulteriore sguardo alla tecnica delle variazioni il 20 e 22 ottobre sempre con Feddeck sul podio e il primo violoncello dell’Orchestra Andrea Favalessa impegnato nelle Variazioni su un tema rococò di Čajkovskij e poi le Sinfonie n3 e n. 5 di Schubert. Programma Franz

Direttore: Benjamin Bayl

Direttore: Benjamin Bayl

Il 20 e 22 aprile Benjamin Bayl, direttore olandese e australiano, presenta l’Ouverture in Sol minore di Schubert nell’orchestrazione di Giulio Castronovo in prima assoluta, seguita dalla rara Sinfonia n. 1 di Méhul e dalla “Jupiter” di Mozart. Programma Franz Schubert Ouverture in Sol minore (orchestrazione di Giulio Castronovo in prima esecuzione assoluta) Étienne Nicolas Méhul

Direttore e violino: Stefano Montanari

Direttore e violino: Stefano Montanari

Il 27 e 29 ottobre, con un programma che accosta il Settecento e il tardo Ottocento, torna sul podio e con il suo archetto da violinista Stefano Montanari che propone le 26 Variazioni sopra “La Folia” di Spagna di Salieri, con l’ouverture dal Don Giovanni di Mozart e la Sinfonia n. 1 di Grieg. Programma

Direttore: James Feddeck, Arpa: Anaïs Gaudemard

Direttore: James Feddeck, Arpa: Anaïs Gaudemard

Arpa solista, Anaïs Gaudemard con James Feddeck sul podio per il concerti del 27 e 29 aprile, con il raffinato Morceau de concert di Saint-Saëns, la Sinfonia n. 34 di Mozart e la n. 88 di Haydn. Programma Wolfgang Amadeus Mozart Sinfonia n. 34 Charles Saint–Saëns Morceau de concert per arpa e orchestra Franz Joseph Haydn Sinfonia n.

Direttore: Alessandro Cadario, Violino: Roman Simovic

Direttore: Alessandro Cadario, Violino: Roman Simovic

Il 3 e il 5 novembre sul podio salirà il direttore ospite principale Alessandro Cadario con ospite un virtuoso come Roman Simovic impegnato nel Concerto per violino di Barber e poi il celebre Adagio per archi del compositore americano, mentre di Manuel de Falla saranno eseguiti le Suite da El amor brujo e da El

Direttore e pianoforte: Louis Lortie

Direttore e pianoforte: Louis Lortie

Mozart (la Sinfonia dalle Nozze di Figaro e il Concerto per pianoforte n. 16) e Beethoven (Concerto per pianoforte n. 4) sono sui leggii il 4 e il 6 maggio per l’atteso ritorno di un musicista raffinatissimo come Louis Lortie. Programma Wolfgang Amadeus Mozart Le nozze di Figaro (Sinfonia) Concerto n. 16 per pianoforte e orchestra

Direttore: Gábor Takács-Nagy, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento


Direttore: Gábor Takács-Nagy, Orchestra Haydn di Bolzano e Trento


È un’orchestra ospite, la Haydn di Bolzano e Trento a esibirsi il 10 e 12 novembre diretta da Gábor Takács-Nagy in un programma che si apre con gli accenti romantici delle Ebridi di Mendelssohn, e poi si colloca nel cuore del Classicismo con la Sinfonia n. 99 di Haydn e la Sinfonia n. 39 di